Willkommen auf den Internetseiten unseres Betriebes

STUDIO TOCK

Wirtschaftsprüfer - Steuerberater - Arbeitsrecht

Lohnausarbeitung

Auf den folgenden Seiten stellen wir Ihnen unser Team

und unser Leistungsangebot vor.

Im Kundenbereich und unter news finden Sie Mitteilungen,

Vordrucke zum Herunterladen und interessante News.

Lassen Sie sich registrieren!

GermanDE-CH-ATItalianIT

Il fisco - Bozen

  • Al via la collaborazione istituzionale. Obiettivo: gestire l’emersione dei capitali detenuti all’estero La Direzione Provinciale di Bolzano dell’Agenzia delle Entrate e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bolzano hanno sottoscritto in data odierna un accordo di collaborazione che prevede lo scambio di informazioni in ordine alle attività aventi rilevanza penale connesse alla presentazione da parte dei contribuenti delle richieste di accesso alla procedura di collaborazione volontaria (voluntary disclosure).   In particolare, l’Autorità Giudiziaria segnalerà l’eventuale sussistenza di cause di inammissibilità della procedura di collaborazione volontaria, date dalla presenza di indagini o procedimenti penali a carico del contribuente, mentre l’Agenzia delle Entrate comunicherà il positivo esito della procedura o l’eventuale riscontro di violazioni penali emerse nel corso dell’attività di controllo delle richieste.   L’accordo siglato consolida la collaborazione istituzionale nell’ambito dell’attività di contrasto agli illeciti fiscali e, in particolare, agli illeciti a connotazione transnazionale.   

  • Tre funzionari della Direzione provinciale parteciperanno al gruppo di lavoro internazionale Anche tre funzionari della Direzione provinciale di Bolzano parteciperanno al gruppo di lavoro internazionale costituito per rafforzare la cooperazione fiscale sull’asse Italia-Baviera. Il progetto di collaborazione tra Agenzia delle Entrate e Amministrazione finanziaria bavarese è nato nel 2012 per potenziare la cooperazione tra i due enti e migliorare l’efficacia dell’attività di controllo in materia di transazioni internazionali. I primi risultati delle verifiche congiunte, avviate in Veneto nel 2013, sono stati illustrati nei giorni scorsi a Roma. Con l’occasione è stato presentato il nuovo team creato per estendere l’attività di verifica in Lombardia e nella provincia di Bolzano. I controlli congiunti e lo scambio di esperienze - I primi controlli aziendali congiunti (joint audit) hanno visto coinvolti gruppi di verificatori provenienti dalla Baviera e dal Veneto e sono stati possibili grazie alla collaborazione di aziende con sedi in entrambi i Paesi. Oltre all’obiettivo di creare una metodologia comune e condivisa per l’effettuazione di controlli aziendali, la collaborazione ha infatti puntato anche alla prevenzione della doppia imposizione, alla riduzione degli oneri per il contribuente e riduzione dei i tempi delle attività di verifica. Lo scambio di esperienze tra diversi modi di operare di verificatori appartenenti a Paesi e amministrazioni finanziarie differenti ha consentito di confrontare le procedure di controllo aziendale, migliorare la possibilità di integrazione e scambio di informazioni e condividere pratiche in particolare in materia di prezzi di calcolo, prezzi di trasferimento (transfer pricing) e residenza fiscale.  

  • Al via il tavolo tecnico per favorire lo scambio di informazioni tra i due enti su casi sospetti E’ stata firmata ieri l’intesa tra Hildegard Olga Ungerer, Direttore provinciale delle Entrate, e Marco Zanotelli, Direttore regionale dell’Istituto di Previdenza, che istituisce in Alto Adige un tavolo tecnico tra Agenzia delle Entrate e Inps. L’accordo locale, redatto in conformità al Protocollo nazionale sottoscritto dai vertici dei due enti, ha l’obiettivo di potenziare anche a livello provinciale l’azione di contrasto al crescente fenomeno delle compensazioni fraudolente tra crediti e debiti, fiscali e contributivi, da parte di soggetti passivi Iva. In base all’intesa raggiunta, l’Inps renderà disponibili via Posta elettronica certificata (Pec) i dati in suo possesso  relativi alle “compensazioni sospette” mentre l’Agenzia delle Entrate comunicherà tempestivamente le compensazioni che saranno accertate come illegittime, trasmettendo infine gli elenchi delle aziende che provvedono a regolarizzare la propria posizione. Lo scambio di informazioni tra i due enti potrà anche essere ampliato in considerazione di ulteriori elementi che, sulla base degli soluzioni elaborate di volta in volta nelle riunioni periodiche del tavolo provinciale, potrebbero migliorare l’azione di contrasto dei comportamenti illeciti e fraudolenti.

  • NEUERUNGEN bzw. NEWS sind erst ersichtlich wenn sie sich anmelden!
    Studio Tock, City Center, Mühlgasse 19 - 39049 Pfitsch - Tel. 0472 764431 MwSt.:
    00374970218 Email: Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!